Elaborazione grafica? Con Android non si scherza!

scatto a raffica androidChi crea smartphone non può solo fermarsi al processore ad alla memoria Ram interna, sarà opportuno curare al meglio anche il comparto fotografico, perchè spesso gli utenti più esigenti cercano proprio qualcosa di originale sotto quel punto di vista.

Migliore sarà la qualità fotografica offerta e maggiore sarà l’interesse da parte del pubblico, a tal proposito, Apple si distingue alla grande, basta dare un’occhiata agli scatti per capire quanto lavoro vi sia alle spalle.

Ultimamente anche casa Nokia si sta impegnando ed al momento sta piazzando prodotti davvero interessanti sotto questo punto di vista, tanto di capello dunque, ma le vere novità devono ancora arrivare e su Android potranno sicuramente fare la differenza!

In prima linea, come sempre c’è Google, che lavora giornalmente per creare qualcosa di diverso, di unico nel campo dell’elaborazione dell’immagine, quindi concentrandosi in particolar modo su quelli che sono gli elementi chiave, vale a dire le lenti ed i sensori.

Qual’è l’obiettivo di Google?

Beh tutto questo lavoro dovrà sicuramente portare a qualcosa ed a pensarci bene, Google ha come obiettivo, quello di creare telefoni impeccabili, con un comparto fotografico eccellente, che si avvicini il più possibile alla tecnologia utilizzata dalle moderne fotocamere.

Provate ad immaginare quale sarà il risultato finale fra qualche anno, capirete che avrete tra le mani un dispositivo incredibile non solo a livello estetico, ma anche a livello software, curato nei minimi dettagli da casa Google, che fa proprio dell’originalità la sua arma vincente.

Tra le novità in cantiere c’è indubbiamente la modalità a raffica , che avrà tante funzioni, la prima sarà ovviamente quella di permettere all’utente in questione, di scattare fotografie a ripetizione, ma questa non è certo una novità, la vera particolarità sarà quella di introdurre un sistema intelligente, il quale andrà automaticamente a variare quelli che sono i parametri principali, quali ad esempio l’esposizione, tonalità colori è così via.

Interventi mirati è veloci che aiuteranno l’utente a fare la scelta giusta, puntando anche sulla modalità RAW, che come potrete ben capire assicura all’utente finale, dettagli reali, semplici da elaborare attraverso il programma di fotoritocco per eccellenza, vale a dire Photoshop!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *